Brand operativo da alcuni anni nel settore dello streetwear uomo/donna di lusso, in ogni collezione stupisce per originalità, ricercatezza ma soprattutto qualità e design. A mio avviso, la parola chiave per descrivere le collezioni che vengono proposte è audacia, intesa come volontà di distinguersi, di essere fuori dallo stereotipo comune, ma al contempo essere sempre se stessi. Fil rouge delle collezioni sono le vestibilità molto asciutte degli indumenti, denim dal taglio skinny, giacche molto sciancrate a contrasto con t-shirt e camicie leggermente più abbondanti.

Il quadro è completato da accessori glamour che richiamano lo stile vintage sempre  rivisitato in chiave  innovativa e sperimentale. Gli outfit proposti nelle varie collezioni richiamano lo stile rock, curato ma volontariamente disordinato per dar quel senso di shabby chic e di understatement che , a mio parere, caratterizza il marchio. Ne deriva comunque una completezza e una compiutezza delle collezioni, supportate anche da abbondanza di accessori, che rendono queste ultime paricolarmente interessanti e variegate. Aspetto fondamentale, infine, è la qualità dei tessuti e la ricercatezza dei particolari abbinata al design inconfondibile che hanno lanciato sul mercato internazionale il brand.

Leggi il seguito di questo post »


Non servono presentazioni, le inconfondibili caratteristiche risaltano subito all’occhio. Hermès. Per pochi privilegiati.

500 by Gucci

14 giugno 2011

  

Dalla sapiente collaborazione di due aziende che hanno fatto la storia del made in Italy, nasce un prodotto assolutamente esclusivo e che rivoluziona il concetto di viaggiare con stile.  Interni lussuosi, vernice appariscente, forme esaltate dalla banda verde-rosso-verde laterale, il tutto in un concentrato di originalità ed eleganza: è 500 by Gucci.

 

Prodotta in due uniche varianti: nera con gli interni chiari sicuramente molto aggressiva e bianca perlata con gli interni a contrasto scuri per un effetto glamour. All’interno si scorge una cura notevole relativa alla scelta dei materiali e dei dettagli: sedili rivestiti con la pregiata pelle guccissima, cinture in tessuto che richiamano i colori della maison ripresi anche sui sedili, sul cambio, sui tappetini e sulla cover della chiave.

Inutile dire che questo modello è un edizione limitata e che per averla si può prenotare solo online al sito www.500bygucci.it, entro il 30 giugno, per la modica cifra di 17.000 € tutto compreso. State già bramando di averla ?

Leggi il seguito di questo post »

INTIMISSIMI ti coccola…

16 dicembre 2010

Leader da anni nel settore dell’intimo l’azienda INTIMISSIMI stupisce per la continua ricerca della qualità e dell’eccellenza che hanno portato l’impresa al suo successo: si è passati in pochi anni da 80 a 1100 punti vendita sparsi in quasi tutto il mondo. Sensualità, romanticismo, naturalezza e sensibilità: sono questi i valori che stanno alla base della filosofia aziendale. Investire nell’analisi di nuovi materiali, nel design del prodotto, ma soprattutto nel confort, è stata la chiave per l’affermazione nel settore dell’abbigliamento intimo. Sentire il proprio corpo accarezzato e avvolto in un morbido abbraccio è l’immediata sensazione che si prova non appena si indossa uno di questi capi.
Risaltano subito i colori vivaci e originali usati nei boxer e negli slip, nuance declinate in modo da valorizzare il corpo e far risaltare le forme, non perdendo mai di vista il confort. Divertono anche le stampe creative e bizzarre che scaturiscono allegria, ironia e voglia di prendersi poco sul serio. Cuciture rinforzate ed a contrasto per un intento estetico ma soprattutto funzionale nel contenere e avvolgere per sentirsi completamente liberi.
Tessuti stretch e elasticizzati come la microfibra morbida,impalpabile, delicata al tatto, ideale in ogni situazione specialmente nell’ambito sportivo, assicurano un grado di comodità sicuramente apprezzabile e un look sensuale e ricercato. Pigiami, canottiere,boxer e slip, tutti capi caratterizzati da un ottimo rapporto qualità prezzo. Sicuramente un’ottimo regalo che verrà apprezzato.
Leggi il seguito di questo post »

GIACOMORELLI Shoes

5 dicembre 2010

De gustibus disputandum non est, tuttavia per coloro che non amano passare inosservati ecco degli accessori dall’innovativa originalità. Dalla fervida e creativa immaginazione di questo giovane designer nascono queste creazioni sorprendenti. Borchie, pellami e tessuti pregiati mixati per un risultato stravagante con un tocco di eccentricità. Calzature classiche che vengono rivisitate per  renderle un simbolo anticonvenzionale. Giacomo Morelli è l’esecutore sopraffino di queste opere d’arte, apprezzate da persone sicuramente audaci e che amano distinguersi.

Appena catturata la foto di uno dei primi paia di scarpe in circolazione, l’immagine ha fatto il giro di tutto il mondo e prontamente i designer di calzature hanno tratto ispirazione e copiato presentando calzature simili nelle collezioni successive. Tuttavia egli stupisce, sperimenta nuovi materiali e finalmente esce dallo stereotipo e dal comune. Ecco un’idea veramente originale.

Leggi il seguito di questo post »

LANVIN loves H&M

3 novembre 2010

Siamo abituati oramai ad attendere novembre come mese in cui vengono presentate le collaborazioni fra i più eccellenti designer di moda e il marchio low cost H&M. Sicuramente apprezzabile l’intento di rendere alla portata di tutti capi che altrimenti si configurerebbero come proibitivi in alcuni casi. Quest’anno è la volta di Lanvin, rinomata maison di moda parigina. A prima vista si potrebbe dire che questa capsule collection evochi lo stile delle prime collezioni maschili Lanvin, attraverso un’interpretazione odierna di capi classici con un marcato riferimento a quello che, secondo lo spirito Lanvin, è il dandy moderno. Dalle foto della campagna pubblicitaria è difficile comprendere la qualità dei materiali, all’apparenza pregiati risultano capi come il trench, il cappotto doppiopetto, i tuxedo o i blazer; specialmente in questi si nota lo sforzo dei designer di Lanvin di creare una collezione, completa, che non si discosta sostanzialmente dai valori della maison. Non sfugge peraltro la scelta di adottare materiali meno costosi, come nel caso dei pantaloni sportivi, piuttosto che sacrificare il design. Spiccano tuttavia i tratti distintivi come nelle calzature che vengono presentate con colori metallizati o i papillon oversize e i dettagli leopardati che contraddistinguono il marchio. Come dichiarato dal direttore creativo Alber Elbaz: “Sarebbe un crimine non comprare qualcosa avendone la possibilità!”.

Trench, calzature metallizzate, abito chiaro con dettagli a contrasto

 

Tuxedo com papillon oversize

Leggi il seguito di questo post »

Dopo New York e Miami, in primavera Gucci inaugurerà un nuovo GUCCI ICON-TEMPORARY, il punto vendita itinerante dedicato alle sneaker, dove saranno presesentati in esclusiva 17 modelli, 15 per uomo e 2 per donna, compresi una versione rivisitata della storica scarpa con logo GG ed una versione stilizzata dell’iconica striscia rossa e verde. Ogni punto vendita rimarrà aperto per poche settimane.Frida Giannini ha collaborato con il noto musicista Mark Ronson alla creazione di una sneaker decisamente esclusiva : la Gucci Ronson, in edizione limitata per ciascuna delle città in cui farà tappa GUCCI ICON-TEMPORARY. Ogni modello include una medaglietta in oro o argento nonchè la marchiatura “Edizione Limitata” all’interno della linguetta; le iniziali potranno essere impresse su una personalizzata etichetta in cuoio da apporre sui lacci, se lo si desidera.  La confezione di vendita che accompagna le sneaker sarà personalizzata in funzione della città visitata dal tour mondiale. L’edizione Gucci Ronson a sua volta avrà un packaging proprio ed esclusivo.

Per catturare l’occhio dei visitatori, i punti vendita sono stati concepiti come una white box smaltata con la striscia rosso e verde che corre lungo i muri perimetrali; all’interno, parallelepipedi, anch’essi bianchi, esporranno i modelli della collezione, appoggiate su una base di acciaio inox lucido quale rifrazione nell’ambiente dei modelli stessi.

A Londra, Covent Garden. Dal 22 aprile. Temporaneamente.

Leggi il seguito di questo post »

Safety fashion

8 gennaio 2010

Prodotti che non guardano solo alla sicurezza ma sopratutto all’estetica. Questo emerge dalla presentazione dei nuovi caschi all’ Eicma, l’ esposizione internazionale del motociclo, tenutasi alla Fiera di Milano. Colorati, effetto vintage, personalizzati, fantasiosi.  Il dictat è osare, distinguersi, spiccare nel traffico metropolitano. MDM per esempio propone la rivisitazione della calotta classica arricchendola con grafiche particolari, Borsalino lo reinterpreta rivestendolo in pelle e applicando inserti in tweed, Fashion helmets propone stampe retrò. Un consiglio ? Sbizzarritevi!

Leggi il seguito di questo post »

Lozza eyewear

19 settembre 2009

Immagine 2Ed ecco una delle ultime tendenze in fatto di occhiali da sole, il ritorno in voga di un mito senza tempo, il marchio Lozza. Stufi dei soliti occhiali da sole delle grandi griffe, venduti tra l’altro a prezzi esorbitanti? La soluzione è Lozza sinonimo di ricercatezza non ostentata, prodotto di nicchia con un retaggio storico degno di marchio indipendente che dona un look vintage a queste creazioni manufatturiere. È proprio lo stile retrò a renderli decisamente particolari e al di fuori di ogni politica commerciale, infatti i modelli proposti sono quelli che venivano prodotti molti anni addietro. Sicuramente nuove forme sono state introdotte nel catalogo per aggiornarsi alle tendenze, tuttavia rimangono gli evergreen della collezione che sono gli zilo sport e i cooper. Immagine 5Leggerezza, resistenza e produzione a mano in Italia con le materie prime migliori: sono questi i valori che si tramandano di generazione in generazione all’interno dell’azienda. Il solito consiglio ? Uscite dalla massa e provate ad indossare questi capolavori fatti con amore e perizia!

Immagine 8 Leggi il seguito di questo post »

COMBAL.ZERO

5 settembre 2009

Immagine 3Mi trovo a scrivere questo articolo, non tanto per fare una descrizione dettagliata di questo ormai famoso e rinomato locale, ma per rendere partecipi i miei lettori delle sensazioni e delle emozioni che ti pervadono non appena metti piede in questo tempio della ristorazione. Ritengo che l’unico aggettivo per descrivere questo ristorante sia: ineccepibile. Sicuramente il calibro del luogo fa sì che ogni dettaglio sia estremamente curato senza mai eccedere. La cornice del castello di Rivoli da un lato, la vista mozzafiato su Torino dall’altra, ti catapultano immediatamente in una dimensione surreale quasi fiabesca. Al contempo la ricercatezza dell’arredamento e della disposizione dei tavoli fa sì che tu ti senta in un microcosmo a sé stante. Veniamo accolti dalla direttrice di sala, che ci fa accomodare mettendoci subito a nostro agio e poco dopo arriva il carrello con gli champagne e la carta delle acque. La sommelier è assolutamente affabile e gentile, pronta a consigliare fra una scelta vastissima di bollicine. Il brindisi è d’obbligo e l’emozione commista a meraviglia rendono il tutto ancora più magico. Proseguiamo con l’ordinazione, arriva la maître che oltre a descrivere con estrema precisione le portate sulla carta, ci elenca i nuovi piatti fuori menù, vivificandoli con un’esposizione degna del miglior cantore. Per quanto riguarda la scelta del vino la decisione è spettata al mio commensale, accurato ed esperto cultore di vini che, nonostante la sua esperienza ha preferito consultarsi con la sommelier che ha validamente approvato la scelta; effettivamente il vino era da delirium cordis. In un men che non si dica la cena era servita, piatti ricchi con sapori assolutamente nuovi, ogni boccone corrispondeva ad un’esperienza extra-sensoriale totalizzante, un vortice di piacere con sfumature paragonabili a un cromatismo musicale che ti inebria e riesce a trasportarti in luoghi inusitati. Assorti dal protagonismo delle portate e dal défilé di sapori il tempo è volato e lo stupore iniziale ha lasciato spazio ad una sensazione di approvazione e di plauso. Non c’è stata nessuna minuzia che non sia stata all’altezza del locale e il personale con la propria leggiadra presenza ha fatto sì che tutto fosse impeccabile e persino a dir poco poetico, cullandoci e coccolandoci con benemerenza in ogni nostra necessità. Cari lettori, vi consiglio di cuore di provare un’esperienza sì tanto straordinaria, rimarrete stupefatti dal contesto assolutamente incantevole e da sapori necessariamente sublimi.

Leggi il seguito di questo post »